In questa attività scopriremo come realizzare degli ologrammi partendo dalle simulazioni di alcuni oggetti astrofisici utilizzati dai ricercatori per analizzare le proprietà fisiche, chimiche e morfologie del fenomeno che devono studiare. Per farlo ci occorrerà uno strumento utile a registrare lo schermo del nostro computer – noi abbiamo utilizzato QuickTime, ma si possono usare molti altri software come OBS, ad esempio – e Adobe Premiere Pro, un programma di video editing. Per iniziare, occorrerà selezionare uno dei modelli 3D pubblicati su Sketchfab e registrare il movimento dell’oggetto, che simuleremo conLEGGI TUTTO

In questa pagina mostriamo i modelli 3D interattivi che riproducono alcuni degli oggetti conservati tra le sale del Museo della Specola dell’INAF Osservatorio Astronomico di Palermo. La tecnica utilizzata per riprodurre questi oggetti è quella della fotogrammetria: una metodologia di acquisizione immagini che dalle semplici foto ottenute da una fotocamera digitale permette di giungere alla creazione di un modello tridimensionale. La semplicità del processo rientra nella logica dell’image based modeling, ovvero la modellazione tridimensionale basata su immagini e metodi di rendering partendo da immagini bidimensionali. Si parte posizionando l’oggetto al centroLEGGI TUTTO

Cassiopea A è un resto di supernova, un tipo di nebulosa dello spazio interstellare che si forma quando una stella di grande massa termina la sua esistenza esplodendo in supernova. Il modello 3D qui presente descrive la struttura più interna di Cassiopea A, uno dei resti di supernova meglio studiati nella nostra galassia. Modelli come questi vengono sviluppati per studiare i processi fisici che governano l’esplosione delle supernove e indagare il modo in cui i vari elementi chimici, prodotti dalla stella durante l’esplosione, si distribuiscono nello spazio e si mescolanoLEGGI TUTTO

In questa attività spiegheremo come realizzare il modello 3D di Saturno da utilizzare all’interno di progetti più ampi in realtà aumentata e virtuale o semplicemente da stampare in 3D. Lo strumento che useremo si chiama Tinkercad, un software per la progettazione 3D molto facile da usare. Questo strumento permette di modellare forme personalizzate e, alla fine, di esportare i modelli prodotti nei formati STL o OBJ, adatti per la stampa 3D. Il software è adatto per bambini e ragazzi dai 9 ai 13 anni. Iniziamo aprendo un nuovo piano di lavoro.LEGGI TUTTO