In questa sessione le idee principali sul processo di documentazione. Silvia Panzavolta ricercatrice INDIRE ci racconta il valore e il senso della documentazione dell’apprendimento con particolare attenzione al processo di apprendimento e alle pratiche del tinkering. La documentazione definita dal gruppo MLTV viene da una collaborazione e un lavoro di ricerca condiviso con il gruppo Project Zero dell’Università di Harvard.   La documentazione non è solo retrospettiva ma anche progettuale. Analizzare quello che è successo serve anche a costruire un rilancio. E’ fondamentale per la progettazione della successiva sessione diLEGGI TUTTO

Light Play è un’esplorazione tra luce, ombre e  colori che avviene costruendo una storia in movimento. Utilizzando oggetti di tutti i giorni  e semplici sorgenti di luce si creano delicate scene con luci e ombre. Alla fine dell’attività le singole creazioni cinetiche vengono disposte insieme a costituire un pannello collettivo illuminato dalle singole indagini. Alla fine dell’attività sarà creata un’installazione collettiva fatta di tutte le singole creazioni cinetiche.   COSTRUISCI!                                         LEGGI TUTTO

Per iniziare la tua Light Walk (passeggiata con la luce) tutto ciò di cui hai bisogno è: un cartoncino “buchi strani” descritto di seguito un cartoncino “buchi in fila” descritto di seguito un foglio di cartoncino bianco (basta un formato A4) un giorno soleggiato un amico per aiutarti  o la tua classe per fare la passeggiata insieme nastro adesivo uno specchio un pezzo di carta una grande lente convessa (ad esempio una lente d’ingrandimento) Per costruire un cartoncino “buchi strani” puoi utilizzare un cartoncino di recupero  oppure un cartoncino A4.LEGGI TUTTO

Abbiamo a disposizione due modelli che abbiamo esplorato con la lettura luminosa e l’attività delle ombre colorate. Ma quale modello funziona meglio per descrivere la percezione visiva RGB o CYM? Questa parte del percorso è ispirata da questa risorsa dell’Exploratorium ed è il perfetto completamento di un ideale percorso. Prendete due fogli A4: in uno disegnate una gabbia e nell’altro incollate la sagoma di un uccello, ritagliata da un cartoncino rosso. L’uccello deve essere tutto dello stesso colore ma disegnate un occhietto che aiuterà la vostra concentrazione. Incollate i dueLEGGI TUTTO

In questa attività si sperimenta la mescola additiva dei colori. Si può cominciare con una domanda. Ho due torce, una fa luce blu e una fa luce gialla. Che cosa succede quando mescolo le due luci? E se ho una luce blu e una rossa? Sicuramente i ragazzi si aspettano un comportamento simile alla mescola sottrattiva, di cui hanno una esperienza estesa, e rimarranno sorpresi quando scopriranno una realtà diversa. Questa attività che è stata immaginata e perfezionata dall’Exploratorium è descritta estesamente anche qui. Come exhibit è presente in vari scienceLEGGI TUTTO

In questa attività i ragazzi parteciperanno ad una “lettura luminosa” di una meravigliosa storia sull’amicizia del mitico Leo Lionni, ovvero “Piccolo Blu Piccolo Giallo”. Per animare il libro si utilizza una lavagna luminosa che ogni insegnante potrà trovare nello scantinato della propria scuola. Per costruire il set della storia basta ritagliare su dei fogli di acetato colorato il nostro piccolo blu e piccolo giallo i genitori e i vari elementi della storia. Io ho costruito la casa e la montagna semplicemente strappando dei fogli di carta. Se strappate e nonLEGGI TUTTO

Nella primavera del 2020, a pochi giorni dall’inizio di un corso di formazione sul tinkering e il cinema che INAF avrebbe offerto ai docenti in collaborazione con la Cineteca di Bologna – Dipartimento Educativo, ci siamo ritrovati con le scuole chiuse e l’impossibilità totale di incontrare sia i docenti che i ragazzi. Tutti i nostri progetti per il resto dell’anno scolastico sono andati in fumo a causa dell’emergenza sanitaria, proprio perché tutte le nostre attività si basano sull’ambiente di lavoro, la facilitazione e la possibilità di costruire un forte scambioLEGGI TUTTO